Italian Arabic English French German Russian Spanish
Sei qui: HomeNewsIntervista sulla sicurezza a Leonardo Casamonti

Intervista sulla sicurezza a Leonardo Casamonti

Intervista sulla sicurezza a Leonardo Casamonti, neo eletto Vice Presidente Assites
Leonardo Casamonti ci ha gentilmente concesso questa intervista, nella quale abbiamo parlato del suo nuovo incarico, analizzando però anche diffusamente la tematica della Sicurezza e trattando la prossima manifestazione fieristica T&T, che si terrà a Rimini dal 20 al 22 ottobre 2011.

 

 

Parliamo della sua nuova carica di Vice presidente Assites

“…è una gratificazione verso un impegno che da dieci anni caratterizza la mia presenza in Assites e quindi ringrazio chi mi ha votato per questo incarico. Nonostante abbia sempre cercato di dare il massimo contributo possibile, è chiaro che il mio impegno ne risulterà rafforzato. È un piacere e un onore che accetto volentieri anche perché credo che l'Associazione abbia in questo momento, bisogno di contributi da parte di tutti gli associati per poter proseguire verso gli obiettivi prefissati. Ho dato indistintamente il mio contributo a tutti Presidenti con i quali ho avuto il piacere di collaborare e mi è sembrato giusto farlo anche in questa circostanza confidando di poter dare continuità proprio ai progetti in corso.”

Parliamo della sicurezza nel nostro Comparto

“Il discorso è molto lungo e complesso, tra l'altro ritengo che questo argomento sia uno dei problemi più importanti per il nostro settore. La mia Vicepresidenza credo trovi in parte giustificazione nel fatto che il Presidente Alberto Danieli abbia inserito il tema della sicurezza come uno dei punti cardine del suo programma, per il prossimo biennio. In questa ottica, il Presidente Danieli non poteva che trovare tutto il mio appoggio. Come Presidente dell'Albo Professionale, ma anche come operatore del settore, riconosco in questo tema grandi opportunità per la qualificazioni degli operatori dando modo a loro di distinguersi sul mercato; ma anche oggettive difficoltà soprattutto nello svolgimento pratico delle nostre attività. Molte aziende in questo senso si sono evolute, investendo e prestando particolare attenzione al tema distribuendo prodotti certificati e fornendo attrezzature idonee per la posa. Quello che riscontro nella maggior parte dei casi è la difficoltà delle aziende, piccole o grandi che siano, a far utilizzare tali attrezzature. Nella maggior parte dei casi si può riscontrare come le attrezzature siano presenti sui cantieri ma non vengono poi utilizzate. Come Presidente dell'Albo Professionale mi sono occupato ha fondo del tema e con i colleghi che hanno condiviso e contribuito alle attività formative dell’Albo, abbiamo incominciato a interrogarci sul perché ciò avvenga. La risposta a questo quesito tenteremo di darla a T&T 2011 dove stiamo preparando un convegno proprio su questi aspetti. Tra le cose fondamentali da noi riscontrate, c’è il fattore della “percezione del rischio”, rischio che spesso e volentieri non è proprio percepito o riconosciuto adeguatamente, anche per effetto di alcune dinamiche non note o sottovalutate: ripetitività e abitudine ad affrontare i rischi inerenti alla posa, i condizionamenti economici e commerciali in cui si opera, le diverse circostanze che caratterizzano i nostri cantieri di posa. Troppo spesso il rischio viene valutato in modo prettamente soggettivo e questo non è sicuramente il modo migliore. Durante la mia esperienza associativa ho avuto modo di stare al fianco di molti operatori attraverso i nostri corsi; da questo osservatorio privilegiato abbiamo notato come il “rischio percepito” per lo stesso lavoro, venga valutato in modo diverso da azienda ad azienda, addirittura da operatore a operatore ancorché appartenente alla stessa impresa.
Il problema è sensibilizzare e formare gli operatori su queste dinamiche e avere un approccio nuovo verso i cantieri, più sistematico ma soprattutto con una formazione specifica in tal senso.
Anche per questo, stiamo cercando la collaborazione di tutte le aziende associate e non, per una “indagine campione” di settore coordinata dalla nostra Segreteria e dalla Dott.ssa Ventimiglia, laureata in psicologia del lavoro. Il risultato dell’indagine e le considerazioni che ne emergeranno saranno presentate a ottobre in occasione di T & T , dedicando al tema della “sicurezza” una intera giornata di convegno. Anticipo solo che tra i relatori, ci sarà il Prof. Marocci, del Dipartimento di Psicologia del Lavoro dell’Università di Firenze, il quale ha scritto sul tema diversi libri e sono sicuro darà un interessantissimo contributo al convegno.”

Parliamo di Tende & Tecnica

“ Il panorama fieristico del settore è ovviamente sotto la lente d'ingrandimento dell'Associazione. Crediamo profondamente nel successo e nell’importante contributo che la “nostra” manifestazione, Tende &Tecnica, possa dare al settore. Certo alcuni scenari stanno cambiando, sia dal punto di vista commerciale che fieristico; stiamo quindi valutando attentamente e con grande serietà quelle che potranno essere le opportunità per il nostro mercato. Lavoriamo perché la manifestazione sia in grado di dare un contributo fondamentale agli operatori in cerca di risposte ai molti dubbi che oggi condizionano le imprese. Tende & Tecnica ha la caratteristica di essere, a livello nazionale, la manifestazione più specifica per il nostro settore, aspetto che credo abbia anche inciso sul suo successo a livello internazionale. Non è un caso che venga riconosciuta come una della manifestazioni più importanti nel panorama fieristico europeo.

Il curriculum vitae
Dopo il diploma inizia la propria attività professionale dedicandosi all’azienda di famiglia (Centro Arredotessile – Firenze) dalla lunga tradizione commerciale nel settore del
tessile e della biancheria per la casa. Con i suoi 5 punti vendita e una sede amministrativa con funzioni logistiche, produttive e di magazzino, è una delle poche aziende in Italia, che opera in certificazione di qualità.

Dal 2000 Leonardo Casamonti partecipa attivamente alle attività associative di Assites, a cui dedic

casamonti

a energie e disponibilità. Molti i progetti seguiti sia come Consigliere sia come Presidente dell’Albo Professionale delle Schermature Solari. Attività e impegno associativo che abbina allo sviluppo delle attività aziendali familiari che operano oltre al settore commerciale, in ambito immobiliare e sportivo. Da sempre attento alla formazione del settore ed alla sua qualificazione è impegnato a sviluppare una cultura della “sicurezza per gli operatori di settore” che è il fulcro delle attività formative dell’Albo Professionale Assites.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Chi è online

Abbiamo 57 visitatori e nessun utente online

Go to top