Italian Arabic English French German Russian Spanish
Sei qui: HomeNews"Club Made in Italy": l'arredo italiano in Cina

"Club Made in Italy": l'arredo italiano in Cina

"Club Made in Italy": l'arredo italiano in Cina
Una settimana ricca di eventi ed incontri s Shanghai e Pechino, ha dato il via ufficialmente al

progetto di sviluppo del mercato cinese dell'arredamento. Una missione che ha confermato le grandi opportunità che il paese può offrire alle imprese italiane.
Dal 12 al 18 settembre Federlegno Arredo Eventi e BolognaFiere sono stati a Shanghai e Pechino per presentare ufficialmente alla stampa e agli operatori del settore il progetto “Club Made in Italy”, che si pone l’obiettivo di favorire l’ingresso della filiera italiana del legno-arredo sul mercato cinese.
Grazie all’accordo sottoscritto lo scorso maggio, le due società daranno vita ad una joint venture di diritto cinese che prenderà la forma di una NEWCO chiamata “IDI - Italia casa prestigiosa”, che avrà il compito di realizzare le attività che verranno pianificate d’ora in avanti, ivi compreso il lancio della Fiera del mobile italiano in Cina a fine 2016.
L’Italia rappresenta un partner commerciale strategico per il mercato cinese dell’arredamento.
Gli ultimi dati disponibili dimostrano l’elevata competitività del Mobile italiano, che nel corso del primo semestre 2014 ha affermato nuovamente il suo primato in Cina superando la quota di mercato della Germania (15% l’Italia, 13% la Germania, fonte: Cina - Statistiche ufficiali d’importazione).
Secondo i dati elaborati dal Centro Studi di Federlegno Arredo Eventi su base Istat, nel periodo gennaio-aprile 2014 le esportazioni in Cina delle imprese italiane di Arredamento hanno registrato un incremento del 25%, confermandosi paese particolarmente attraente per il consumatore cinese, sempre più alla ricerca di prodotti di qualità per l’arredo della propria abitazione.
«Sono convinto», sottolinea il presidente di Federlegno Arredo Eventi Roberto Snaidero, recentemente nominato membro del nascente Business Forum Italia Cina in occasione della visita istituzionale del Governo italiano a giugno, «che questo progetto sarà un’occasione straordinaria per consolidare le relazioni commerciali con la Cina. Con questa missione gettiamo le basi per una presenza più significativa delle nostre imprese, consapevoli della grande responsabilità che abbiamo, ovvero quella di garantire e farci promotori di prodotti e soluzioni di arredo di qualità, sicure e originali».
La missione di settembre, a cui hanno preso parte anche 18 aziende italiane con l’obiettivo di realizzare incontri B2B con operatori cinesi qualificati, da l'avvio al "Club Made in Italy", il percorso di sostegno e affiancamento sul campo pensato da Federlegno Arredo Eventi e BolognaFiere per le imprese del settore che d’ora in avanti avranno la possibilità di usufruire di servizi mirati, quali un data base di contatti profilati e selezionati dei più importanti operatori cinesi, che nel tempo si alimenterà grazie alle iniziative che verranno realizzate; un programma di roadshow e missioni B2B, B2C e B2S, operazioni di marketing e comunicazione in Cina e attività di incoming in Italia, con la prospettiva di avviare a fine 2016 a Shanghai una Fiera del mobile italiano.
Lo sviluppo del progetto “Club Made in Italy” consentirà nei prossimi mesi ai due partner di rendere operativi gli accordi raggiunti con alcuni importanti operatori cinesi, quali il gruppo immobiliare Vanke, le catene della grande distribuzione di arredo Easy Home Investement Group, RedStar Macalline Group, Tiamantti e Yuexing Furnishing Group e le associazioni di categoria cinesi Shanghai Furniture Association, CFDCC China Furniture and Decoration Chamber of Commerce e China National Furniture Association.
«A seguito dell’accordo firmato a maggio con BolognaFiere», evidenzia Giovanni De Ponti, CEO di Federlegno Arredo Eventi, «abbiamo immediatamente aperto un nostro desk a Shanghai. Porteremo in Cina il meglio della produzione italiana e al tempo stesso favoriremo l’incoming degli operatori cinesi in Italia per i nostri eventi fieristici, Salone del Mobile e MADE expo, oltre che per il grande evento mondiale Expo Milano 2015, per il quale realizzeremo iniziative congiunte con i partner cinesi presenti. Punteremo a sviluppare progetti contract per le nostre imprese e lavoreremo per creare contatti qualificati della distribuzione per incrementare l’importazione di arredamento italiano in Cina».
Per maggiori informazioni:
FLAmedia
Ufficio stampa e comunicazione
tel. 02-80604.1 - email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Chi è online

Abbiamo 58 visitatori e nessun utente online

Go to top